Bonus fiscale per chi investe in pubblicità: una occasione da non perdere

La Legge di Bilancio 2021 ha confermato, anche per il 2021-2022, la possibilità di usufruire di una agevolazione fiscale in caso di investimenti pubblicitari su giornali quotidiani e periodici, anche online.

Nell’ambito delle misure di sostegno attivate nel periodo di emergenza da Covid-19 è stato previsto, per il 2021-2022 un bonus fiscale commisurato al 50% degli investimenti pubblicitari su giornali e periodici, anche online, che conferma e proroga la disciplina speciale prevista dal decreto Cura Italia e dal Decreto Rilancio. Lo ha previsto la Legge di Bilancio 2021 per sostenere le imprese che ricorrono ad investimenti finalizzati a diffondere i propri messaggi al mercato, richiamare l’attenzione dei propri target verso l’immagine aziendale e sostenere i propri programmi commerciali.

L’agevolazione, prevista a favore di imprese, lavoratori autonomi e enti non commerciali, sarà concessa entro il limite massimo di spesa di 50 milioni di euro per ciascuno anno.

La Legge n. 178 / 2020 contiene, fra le misure previste, incentivi agli investimenti nel campo dell’editoria e dell’informazione. La misura è pensata per far fronte alla riduzione degli investimenti pubblicitari a causa della crisi Covid-19 e intende dare continuità al regime straordinario del bonus pubblicità previsto per il 2020 dal Decreto Cura Italia e dal Decreto Rilancio, confermandolo anche per il 2021 e il 2022.

L’agevolazione statale viene erogata a favore di imprese e lavoratori autonomi (indipendentemente dalla natura giuridica assunta, dalle dimensioni aziendali e dal regime contabile adottato, ivi comprese le ditte individuali e le imprese artigiane) e di enti non commerciali (enti pubblici e privati no profit quali associazioni, fondazioni, etc.), sotto forma di credito d’imposta da utilizzarsi in compensazione in sede di presentazione di F24.

L’obiettivo è incentivare gli investimenti pubblicitari sui giornali (cartacei e digitali), sulle emittenti televisive e radiofoniche (non solo locali ma anche nazionali).

L’agevolazione non copre in ogni caso tutte le forme di pubblicità: ne rimangono escluse alcune forme come la cartellonistica, il volantinaggio, le affissioni-display, le affissione su vetture o apparecchiature, le pubblicità tramite social, i banner pubblicitari su portali on-line ed altro, che non sono pertanto ammesse al credito.

La base di calcolo della agevolazione (nella misura del 50%) si identifica semplicemente con il valore dell’intero investimento pubblicitario programmato ed effettuato nell’anno stesso.

Ci è sembrato importante informarti, in un momento come quello attuale, su questa possibilità di investimento agevolato aperta – anzi confermata – dalla Legge di Bilancio 2021.

Mai come in questo periodo l’importanza di distinguersi, in un mercato difensivo, guardingo e in attesa, può fare la differenza tra subire una congiuntura negativa e sfruttarne le opportunità, difficili da individuare ma certamente esistenti.

Più volte nelle nostre colonne abbiamo invitato le imprese a riflettere sulla necessità di insistere sui propri fattori identitari, sulla necessità di evidenziare i tratti distintivi del proprio prodotto, del proprio brand, del proprio territorio di riferimento, rispetto al resto del mercato. E se un ruolo indiscusso lo coprono gli elementi tecnici di differenziazione – qualità organolettiche del prodotto, caratteristiche gustative, specifiche del confezionamento, tutto ciò perde di efficacia senza una corretta comunicazione, senza la veicolazione al mercato delle proprie specificità.

Riteniamo quindi che la misura approntata dal Governo meriti attenzione. Lo strumento pubblicitario può svolgere un ruolo insostituibile in questo processo di identificazione.

Per l’anno 2021 l’incentivo potrà essere richiesto all’Agenzia delle Entrate, una volta stabiliti i termini per la presentazione delle domande.

 

Contattaci su redazione@winemeridian.com se vuoi saperne di più: possiamo seguire per te l’iter amministrativo di questa misura per consentirti di cogliere questa opportunità e ragionare insieme sullo strumento pubblicitario migliore in relazione alle tue esigenze di visibilità.

,

Libri solidali: le pubblicazioni di Wine Meridian e WinePeople in veste e-book per sostenere l’emergenza Coronavirus

Appello a tutto il mondo del vino: quando una buona lettura fa bene alla propria conoscenza ma anche agli altri

Ci va di iniziare con una frase di E. Roosevelt “La lettura di libri dovrebbe essere un viaggio continuo di esplorazione, avventura ed entusiasmo. L’abitudine a leggere è un antidoto contro la solitudine, una finestra affacciata sulla vita, un piacere infinito e anche una porta aperta su qualunque percorso di conoscenza, esperienza e bellezza”.

In questi giorni particolarmente critici, dove la paura si alterna alla speranza, l’incertezza alla voglia di ricominciare, dove tante persone lottano con solitudine, preoccupazione ma anche con il desiderio di sostenere chi lotta in prima linea durante questa emergenza, abbiamo deciso di unirci assieme a tutto il comparto vitivinicolo e far sentire la voce del mondo del vino.

Mettiamo a vostra disposizione le nostre pubblicazioni in versione e-book (pdf) al prezzo di 7€, cifra che verrà interamente devoluta a sostegno degli ospedali italiani per far fronte all’emergenza Coronavirus.

Abbiamo scelto di dare valore alla buona lettura, per agire su due direzioni. Da una parte aiutare tutti voi che vi ritrovate ad affrontare i dubbi del futuro, ma ancora prima i dubbi di un presente incerto sotto vari aspetti, fiduciosi che ripartiremo tutti assieme. Siamo certi infatti che una buona lettura e lo studio costante siano le armi migliori per superare momenti bui, per nutrire idee costruttive e ancor più per prepararsi ad un nuovo inizio.
Dall’altra insieme a voi per sostenere chi combatte in prima linea questa “battaglia”.

I libri di Wine Meridian e WinePeople sono libri formativi mirati a far crescere la cultura e la conoscenza nel settore vino rispetto ai mercati internazionali, alle risorse umane, al marketing e alla vendita.

I libri che potete acquistare sul nostro bookstore sono:

 Talenti per il vino: un’utile lettura sia per le aziende che per i candidati, dove da un lato, nel vero senso della parola, potrete leggere concrete indicazioni per selezionare step by step la persona giusta per le vostre reali esigenze valorizzando al meglio la vostra attività, e dall’altro come prepararsi ad affrontare tutte le fasi necessarie per entrare nel mondo del vino.

Il backstage del vino italiano:  è una raccolta di preziose “ovvie” riflessioni, talmente ovvie dall’essere di frequente trascurate, ma assolutamente preziose da dover essere messe in evidenza perché contengono in sé suggerimenti e possibili “soluzioni” a molti quesiti. Un’analisi attenta del mercato nazionale e internazionale del vino, delle sue evoluzioni, delle difficoltà riscontrate da chi lavora in questa realtà e delle sue “novità”, ovviamente direttamente dal nostro osservatorio e ancor di più dal “marciapiede”, un dietro le quinte del vostro e nostro lavoro.

– Essere imprenditori del vino oggi: I valori di questo volume sono sicuramente mettere in risalto i punti più nodali di questa professione e non quelli già “raccontati”,far conoscerele ragioni dei problemi che l’imprenditore riscontra nel suo lavoro e che spesso ignora, ma soprattuttole diverse soluzioni per cambiare il passo e condurre con una chiara visione la propria impresa, a fronte dei forti cambiamenti del settore vitienologico.

– 4 colori per vendere il vino: Si potrebbe definire un’opera di street artper ammirare la propria “identità” e il proprio modo di relazionarsi con gli altri, un utile strumento per imparare ad ascoltar-si e ascoltare, per osservar-si ed osservare con occhi nuovi la persona che abbiamo di fronte, senza giudizi e pre-giudizi. Perché tutte queste cose dovrebbero essere utili per chi “si occupa di vino”? Scrivono gli autori: “il libro..cambierà in modo radicale il tuo stile di vendita e ti proietterà tra i migliori venditori di vini italiani nel mondo. ..Più che un libro, ci piace pensarlo come un manuale teorico-pratico”

WinePeople: X-factor per il successo nel mondo del vino: un vademecum pensato per le aziende e per tutti coloro che lavorano o desiderano lavorare nel mondo del vino. Il messaggio di questo manuale è forte e chiaro: è arrivato il momento in cui le risorse umane vengano messe al centro delle scelte imprenditoriali delle aziende del vino. Perché la struttura del mercato è in costante evoluzione: non ci sono più gli stessi buyer, non ci sono più gli stessi ristoratori, non ci sono più gli stessi consumatori.

Per l’acquisto dei libri andate sul nostro bookstore da qui

Per maggiori info scrivete a redazione@winemeridian.com

Cristian Fanzolato

,

La nostra formazione on line per lavorare nel mondo del vino

WinePeople solidale con il mondo del vino: tutti i corsi on line a 99 euro

L’intero nostro Paese, e non solo, sta affrontando una grande sfida, siamo tutti chiamati a confrontarci con mille pensieri, le idee si intrecciano e ad esse si unisce la vista di una realtà poco rassicurante.
In questo momento siamo convinti che sia fondamentale capire quello che possiamo fare per essere utili a noi stessi e agli altri e farlo.
Abbiamo un tempo a nostra disposizione che possiamo cercare di nutrire di buona conoscenza per riempirlo nel modo più proficuo.

Noi di WinePeople abbiamo deciso di fare lo stesso, di chiederci come poter essere ancora più utili a tutti coloro che vivono il mondo del vino o che si vorrebbero avvicinare, e lo facciamo con uno degli strumenti a nostra disposizione. La formazione. Crediamo che mai come in questo momento due parole possano fare la differenza, conoscenza e solidarietà.

Abbiamo deciso per questo di portare a casa vostra la nostra formazione e di farlo tenendo conto delle difficoltà che tutti stiamo vivendo.

Mettiamo a vostra disposizione i nostri Campus Online al prezzo di 99€ (anziché 497€) fino al 31 marzo 2020.

Potrete vivere questo periodo per dare massimo valore e significato alla vostra passione per il vino.

Si tratta di due Campus con contenuti scelti e mirati per poter essere appresi “online”, differenziandosi dalla proposta in aula, due percorsi preparati ad hoc per la comunicazione web, per poter essere ascoltati quante volte, dove e quando ne abbiate voglia e possibilità.

I due Campus che vi proponiamo sono:
1) “Vendita e wine marketing” per acquisire un metodo di comunicazione e consapevolezza utili alla vendita del vino in ambito internazionale!
2) “Voglio lavorare nel mondo del vino” per un’introduzione al mercato internazionale del vino!

Entrambi divisi in 25 lezioni , per un totale di 5 ore e 41 minuti, con esercizi e materiale scaricabile.

Tempi delle lezioni e modalità di comunicazione sono curati per essere dinamici e mai noiosi.
Ogni argomento dei nostri campus online è perciò scandito da tempi “brevi”, per permettervi di avere un “apprendimento ordinato”, affinché il concetto espresso sia “esaurito” prima della vostra soglia di attenzione.
Le lezioni sono preparate per permettervi di avere una panoramica generale dei temi trattati, non con la pretesa di essere esaustive, ma con lo scopo di essere efficaci per il tema affrontato.
I contenuti scelti sono mirati per poter essere appresi tramite il metodo “web”, abbiamo pertanto volutamente scartato altre tipologie di contenuto, basando la nostra scelta su un prodotto realmente formativo, piuttosto che per noi commercialmente vantaggioso.

I nostri Campus online risultano realmente utili, immediatamente applicabili e originali, o per meglio dire attuali, creati analizzando prima di tutto le reali esigenze di chi vuole entrare nel mondo del vino o già ci lavora e vuole acquisire maggior consapevolezza, anche attraverso un metodo innovativo di vendita.

Mettiamo a vostro servizio l’esperienza di insegnamento dei nostri docenti e l’efficacia dei nostri Campus nella veste online ad un prezzo “simbolico”, lo facciamo proprio in questo momento in cui i contatti sono limitati e tutto sembra essere fermo, il tempo però prosegue senza sosta e con esso deve farlo anche la nostra vita. Vogliamo esservi vicini e dirvi che noi ci siamo!

Vi aspettiamo dall’altra parte dello schermo del vostro smartphone, tablet o pc!

Per iscrivervi andate su http://iscrizioni.winepeople-campus.com/
Per info scrivi a formazione@winepeople-network.com

,

#OBIEZIONE 1: Gli Head Hunter costano troppo

Perchè le aziende del vino ricorrono meno alle società di recruiting rispetto alle imprese degli altri settori? – Prima puntata.

Non tutti lo ammettono esplicitamente, ma noi sappiamo che il costo è il principale tabù da superare per poter creare una partneship tra una società di head hunting specializzata e un’azienda del vino, nella ricerca e nella selezione dei talenti per la propria organizzazione.

Lo capiamo da alcuni sintomi precisi:

  • a volte alle aziende basta avere un solo curriculum interessante, una sola persona da incontrare per un colloquio per avere l’impressione di poter risolvere il problema “da soli”;
  • spesso devono passare settimane o mesi di tentativi a vuoto gestiti internamente prima di arrendersi e rivolgersi a professionisti esterni;
  • nel cercare aiuto fuori dell’azienda, la prima scelta di solito cade su agenzie non specializzate che magari offrono un servizio low-cost.

In realtà, a far bene i conti, tutto il tempo dedicato (spesso dal titolare) ai colloqui e alla ricerca di candidati, unito ai costi occulti che derivano dalla scelta di una persona non adeguata, porterebbero alla conclusione opposta: costa meno affidare questo processo “divoratore di tempo e di energie” a una struttura esterna già organizzata specificamente per queste attività, e ancor più conviene affidarsi a una società specializzata nel settore vino, dotata di un know-how profondo e di un network vivo e aggiornato di professionisti che già lavorano nel settore.

Non ci credete? Prendete carta e penna e fate un calcolo di quanto tempo avete dedicato personalmente o attraverso i vostri collaboratori a questo tipo di attività nell’ultimo anno. Poi fate un’onesta valutazione del risultato.
Se i conti non tornano, la prossima volta saremo ben felici di confrontarci con voi su costi e benefici del nostro servizio WinePeople Talent!

I seminari di Wine Meridian: due giorni full immersion con focus specifici

La formazione nel mondo del vino alza il tiro incontrando docenti esperti di Export Multibrand, English for wineries, Cina, Vendita Italia e Hospitality.

In linea con i forti cambiamenti dell’intero settore, particolarmente accentuati negli ultimi tre anni, Wine Meridian ha ideato dei percorsi formativi con dei focus mirati.

Dei veri e propri seminari altamente qualificati, di massimo due giornate, dove il nostro Team, guidato da Fabio Piccoli, in concerto con i principali esperti del settore vino, darà vita a degli articolati e strutturati momenti di approfondimento focalizzati sulle tematiche cruciali di questo periodo per il nostro mercato enoico.
I seminari hanno lo scopo di aiutare imprenditori, produttori, agenti, export manager nell’aumentare le proprie conoscenze e competenze concentrando l’attenzione su “criticità specifiche”, così da acquisire maggiore sicurezza e consapevolezza e saper tenere una salda direzione della propria attività senza venir meno ai propri obiettivi, ambizioni e valori.

Seminari per chi vuole non solo fare dell’amore per il vino il proprio lavoro, ma vivere il lavoro del vino sempre con passione e professionalità, senza farsi assorbire da preoccupazioni per i prezzi e le vendite.

A partire da maggio vi proporremo questi cinque seminari

6 – 7 maggio: focus “Multibrand Export Manager”
16 – 17 giugno: focus “English for wineries” (negoziazione in inglese)
18 – 19 giugno: focus “Vendita Italia”
2 – 3 luglio: focus “Cina”
10 – 11 dicembre: focus “Hospitality”

Saranno giornate full immersion su argomenti scelti e curati in modo preciso per farne acquisire l’essenziale e poterne benificiare sin da subito.

Ma entriamo nel dettaglio.

1.Seminario “Multibrand Export Manager”

Il settore vitivinicolo italiano continua ad essere rappresentato da un numero elevatissimo di aziende vivificatrici. I dati più recenti di Agea parlano di circa 46.000 imprese vinificatrici in Italia, che fanno del nostro tessuto produttivo il più grande e polverizzato al mondo.
La struttura produttiva italiana, pertanto, nonostante qualche flebile processo di aggregazione degli ultimi anni, continua ad essere estremamente frammentata al punto che quasi l’80% delle imprese del vino italiane sono ben al di sotto di una produzione di 100.000 bottiglie all’anno.
Se a questo si aggiunge che la maggioranza di esse sono a gestione famigliare si comprende facilmente che sono molto poche quelle in grado di sostenere una struttura di risorse umane interne a loro esclusivamente dedicate.
E questo è ancor più vero quando si parla di risorse da dedicare all’area commerciale dove oggi le opportunità per agenti od export manager monomandatari sono decisamente ridotte.

Per questa ragione diventa sempre più strategica e “appetibile” la figura dell’export manager multibrand capace di rispondere ai fabbisogni commerciali di più aziende.
Ma si tratta di una figura professionale molto diversa rispetto al passato perché non solo sono cambiati i mercati del vino, il trade nel suo complesso, ma sono mutati notevolmente anche i fabbisogni delle imprese.
Selezionare le aziende da rappresentare in maniera adeguata con un’ottica razionale e coerente è oggi fondamentale ed è tra le varie tematiche che propone il nostro seminario nato allo scopo di fornir strumenti utili per diventare un export manager multibrand performante e prezioso allo sviluppo dell’internazionalizzazione delle imprese del vino italiane.

2.Seminario “English for wineries”

Il corso English for wineries si propone di affrontare in modo molto concreto e interattivo la corretta terminologia per presentare, degustare e proporre al meglio i propri vini e la propria unicità sui mercati internazionali, muovendo dalla percezione del cliente, dalle aspettative dell’importatore, dalle peculiarità di ogni singolo mercato.
Questo corso ti offrirà strumenti pratici ed efficaci per conquistare nuovi clienti e dare il via a una proficua collaborazione in un nuovo mercato, consolidare il rapporto di fiducia con i clienti esistenti, gestire al meglio una trattativa commerciale con un partner straniero.

Il corso avanzato approfondisce i vari aspetti di una negoziazione internazionale, dando spazio a numerose simulazioni di situazioni reali del business del vino, dalla degustazione alla visita in cantina e ai vigneti, fornendo al tempo stesso strumenti linguistici e commerciali, di marketing e comunicazione. Saper cogliere le reali esigenze e sensazioni del nostro partner commerciale, rispondendo e consigliando acquisti e abbinamenti, sarà il primo passo per creare un terreno fertile dove coltivare la nostra relazione, gestire trattative efficaci e fonte di profitti e soddisfazione per entrambe le parti.

3.Seminario “Vendita Italia”

In un momento come questo in cui il mercato italiano del vino si è fortemente evoluto non si può più improvvisare, non si possono rincorrere i segnali dall’ambiente per capire come agire, perché così facendo si arriverà sempre in ritardo, è necessario anticipare le mosse e per farlo è necessario un continuo aggiornamento.
Per questo abbiamo pensato a questo seminario con focus la “Vendita Italia”. Due giornate di approfondimento assieme anche a Lorenzo Righi, direttore del Club Excellence ed esperto di Mercato Italia, che vi permetteranno di acquisire le competenze specialistiche necessarie per affrontare al meglio questo “nuovo” mondo del vino italiano.

Parleremo di Mercato Italia e delle sue evoluzioni, di vendita, di marketing e comunicazione, di strategia di controllo e pianificazione, fino ad alcuni aspetti legali e nozioni tecniche sui vini funzionali alla “vendita Italia”.

4.Seminario “Cina”

La Cina sta vivendo una delle fasi più complesse della sua storia moderna, fronteggiando una emergenza sanitaria che sta preoccupando tutto il mondo. Tutto ciò, però, non deve far dimenticare la straordinaria potenzialità di questo grande Paese che tutti gli osservatori mettono al primo posto anche sul fronte dello sviluppo del mercato del vino.
Ma le peculiarità del mercato cinese sono di estrema complessità e non possono non essere conosciute se si vuole pianificare una strategia di sviluppo del proprio export in questo Paese.

Per tale ragione abbiamo progettato un seminario in grado di spiegare concretamente quali sono oggi gli strumenti indispensabili per affrontare il mercato in Cina, dalle dinamiche attuali degli importatori e distributori a come presidiare in maniera adeguata con i “giusti uomini sul campo”.
Lo faremo anche attraverso il racconto di esperienze dirette, concrete, raccontando case history di successo ma anche i fallimenti, utili per comprendere al meglio gli errori da non commettere.

5.Seminario “Hospitality”

Due giornate focalizzate sull’universo “hospitality”, il futuro delle nostre imprese del vino passerà sicuramente anche dalla capacità di migliorare la propria accoglienza in azienda. Un’azienda sempre più “aperta”, infatti, sarà sempre di più un requisito chiave per la nostra economia vitivinicola.

L’accoglienza è un’attività che richiede un’attenta pianificazione e un chiaro e condiviso progetto alla base. L’improvvisazione trova poco spazio all’interno di una strategia di Hospitality e le competenze del Hospitality Manager devono necessariamente articolarsi anche in altre direzioni.
Una figura professionale competente, infatti, è il fattore chiave per rendere competitiva un’azienda vitivinicola sul fronte dell’accoglienza.

Parleremo delle varie skills che l’Hospitality Manager deve riassumere da quelle linguistiche alla comunicazione d’azienda e di prodotto, dall’organizzazione di eventi alla gestione delle relazioni.
Approfondiremo le essenziali competenze su cui dovrà essere preparato:
le attuali dinamiche dello sviluppo turistico, come connettersi ai più importanti flussi turistici (relazioni con le agenzie di incoming, tour operator, ecc.) per posizionare la propria azienda al centro dei circuiti enoturistici più favorevoli
per la propria realtà aziendale.

Vi daremo presto ulteriori riferimenti su ogni singolo Seminario.

Costo: 499€ in offerta lancio a 390€ per chi completerà l’iscrizione entro il 25 aprile 2020.
Per chi sceglie due o più seminari la promozione aumenta.

Per maggiori informazioni scrivere a formazione@winemeridian.com

CAMPUSDAY 2019: “risorse umane” consapevoli e in network!

10 dicembre 2019: in partenza la seconda edizione del CampusDay, il pomeriggio gratuito all’insegna del confronto e dell’aggiornamento.

“Siamo convinti che oggi le imprese del vino debbano effettuare un upgrade culturale e manageriale.” dichiara Fabio Piccoli alla prima edizione del CampusDay tenuta il 14 ottobre 2019. L’attenzione e l’impostazione delle strategie aziendali, dapprima esclusivamente dedicate al prodotto, oggi si stanno orientando nel dare valore alle competenze. Per competenze intendiamo risorse umane competenti e al tempo stesso desiderose di dare un contributo importante alla crescita della filiera vitivinicola del nostro Paese.
Per un’azienda del vino intercettare e dotarsi di una risorsa competente significa accogliere nel proprio team un elemento che la può aiutare a destreggiarsi nella sfida più complessa per un’impresa del vino: la riconoscibilità.
Rendersi riconoscibili, non solo in termini di prodotto, ma anche di immagine, di comunicazione e di capacità di presidiare i mercati sia quello nazionale che internazionale.
Il ruolo strategico delle risorse umane, di figure professionali competenti, appassionate, motivate, capaci di poter far fare alle aziende del vino quel salto di qualità imprenditoriale e manageriale oggi ha assunto un ruolo chiave.

Da tutto questo sono nati i nuovi Campus formativi di WinePeople all’insegna del “insegniamo ciò che facciamo, facciamo ciò che insegniamo”.
I nostri cinque Campus offrono una specifica preparazione per chi vuole affacciarsi al mondo del vino e per chi ha necessità di un aggiornamento e si articolano nel Campus Vendita, Export Manager, Impresa, Agenti Vino Italia e Hospitality.
La grande forza dei nostri corsi – spiega Lavinia Furlani – è che prima di tutto siamo un osservatorio privilegiato perché siamo quotidianamente dentro il mercato, a fianco delle aziende, e questo ci permette di restituire informazioni e competenze sempre aggiornate, dinamiche, attuali e le più concrete possibili per una reale crescita professionale”.
I nostri percorsi sono un laboratorio protetto, dai contenuti competitivi e sempre aggiornati, dove si lavora sulla consapevolezza delle proprie capacità e criticità, inoltre, come ben descrive Andrea Pozzan di WinePeople, “il vino oggi si vende sui marciapiedi, a prescindere dalle dimensioni aziendali, si vende attraverso le relazioni e questo implica che essere in grado di crearle e di interagire, è l’attitudine che può fare la differenza”.

CampusDay: cos’è e perchè partecipare
Campus Day è un incontro rivolto a tutti coloro che vorrebbero lavorare nel mondo del vino, o che già ne fanno parte, ma sono alla ricerca di un cambiamento, di una crescita personale e professionale.
Attraverso questo appuntamento vogliamo aiutare i partecipanti ad acquisire maggiore consapevolezza di sé e della realtà vitivinicola, così da favorire il processo per migliorare la loro attuale situazione personale e lavorativa.
Si tratta di un incontro di un paio d’ore in cui conoscere le ultime evoluzioni del mercato del vino, i nuovi percorsi formativi e fare network.

Quando, dove e prenotazioni
L’incontro si terrà il 10 dicembre 2019 dalle ore 15.30 presso la sede di WinePeople a Lonigo, in via Martiri delle Foibe 9 (VI)
La partecipazione al CampusDay è gratuita, tuttavia è necessario registrarsi inviando una mail a formazione@winepeople-network.com

Ti aspettiamo, certi che sarà un importante momento dove scoprir-si e valorizzare pienamente il proprio talento!

,

COME COSTRUIRE UNA VISION AZIENDALE DA UN SOGNO

Scopriamolo assieme ai partecipanti del Campus Impresa, la scuola degli imprenditori.

Roberto, Fabio, Antonio, Angelo, Elena, Borja, Francesca, Stefania, Lorenzo. Cos’hanno in comune? Il fatto di essere “compagni di scuola”! Certo, si direbbe che tutti abbiano superato da un pezzo l’età per i grembiulini e le cartelle, ma qualche giorno fa, nella nostra sede Wine People, ci è sembrato proprio di essere al “primo giorno si scuola”!

Accolti con caffè e brioches, muniti di tablet e blocco per gli appunti, e tanto entusiasmo, hanno inaugurato questo ricco progetto, condotto da Fabio Piccoli, che porterà i nostri imprenditori, a svolgere un percorso avvincente e impegnativo. Avvincente perché, nonostante la comprovata esperienza di tutti, sarà una formazione che porterà i corsisti a sviluppare dei metodi pratici per monitorare le loro aziende, soprattutto nell’aspetto della distribuzione. Impegnativo perché, richiederà una notevole capacità di analisi, l’esaminare, seppur guidati, la propria conduzione aziendale, e mettere in discussione le strategie adottate fino a questo momento per creare la propria attività nel settore vitienologico.

Perchè alcuni hanno scelto questo percorso? Perchè sono lungimiranti, e hanno intuito che non è sufficiente “fare”, ma è necessario “fare bene” per non vanificare tempo, investimenti, risorse, sogni. Si, anche sogni, perché tutti loro, con presupposti diversi, hanno dato vita ad aziende che , per quanto piccole, rispecchiano un’idea, nata prima a livello embrionale, e poi portata avanti con passione e tanto lavoro.

In fondo, i fallimenti attraverso cui ognuno di loro è passato prima di arrivare qui, sono stati “la molla” che ha permesso loro di superare delle sfide, e costruire una visione creativa, che ha permesso loro di poter intraprendere progetti imprenditoriali di un certo spessore. Effettivamente, si vive “di visioni”, di immaginazione: cosa fare, chi incontrare, dove andare, che obiettivi si vuole raggiungere. Avere troppe cose da seguire, non lascia spazio alla creazione di visione e di strategie.

La formazione richiede una sorta di “stop”, un ritorno a se stessi, e questo, i nostri corsisti l’hanno capito bene. Nonostante tutti i loro impegni, e le responsabilità, hanno scelto di fermarsi, un giorno al mese, per prendersi il tempo di crescere, imparare, confrontarsi, discutere, fare un “check-up” della loro azienda. Sarà interessante, in questi mesi di training, capire meglio ognuno di loro, e scoprire dietro alle loro strategie imprenditoriali quali progetti sono stati pensati e coltivati a lungo, prima di essere concretizzati in una mission e in strategie ben precise.

Il lavoro che faremo insieme, sarà quello di delineare, in maniera quasi sartoriale, la modalità più efficace possibile per poter esprimere la specificità di ogni realtà imprenditoriale dei corsisti. Non dobbiamo dimenticare, che oltre alla varietà di vini, alla diversità delle denominazioni che producono, sono ambasciatori di una storia, legata spesso ad una famiglia, ad un territorio (vengono da ogni parte d’Italia, isole comprese!), a un contesto culturale che caratterizza, e arricchisce, inevitabilmente, l’espressione del loro lavoro. Spesso, soprattutto per chi gestisce aziende medio piccole, valutare in maniera obiettiva le possibilità che questo patrimonio di conoscenze ed esperienze può offrire, non è semplice, perché si è costretti a fare i conti con tutte le dinamiche aziendali più tecniche e pratiche, che coinvolgono l’intera filiera.

Riconoscibilità, specificità e identità, non sono solo parole che fanno rima, ma concetti che andrebbero scomposti nei loro significati più complessi, e valorizzati, partendo proprio da quella forza propulsiva che è la visione di una realtà concreta e particolare.

Potrebbe essere un facile slogan, quello di riprometterci di “far diventare i sogni realtà”, ma a tutti gli effetti, agli imprenditori che hanno deciso di intraprendere questo interessante percorso di auto analisi e di riscoperta della propria identità aziendale, è proprio questo che insegneremo a fare! Trasformare idee, passione e impegno, in risultati concreti ed efficaci, per poter continuare a sostenere, come sempre, il primato del vino italiano nel mondo.

UN NUOVO MEETING DEGLI EXPORT MANAGER DEL VINO ITALIANO

Un nuovo meeting degli export manager del vino italiano

Giovedi 25 gennaio 2018 a Lonigo (VI ) un incontro gratuito per tutti gli export manager di Wineout, il primo club degli export manager del vino italiano.

 

Wineout è un’iniziativa nata con l’obiettivo di mettere finalmente in primo piano i principali protagonisti del nostro export vitivinicolo e cioè quei professionisti che ogni giorno affrontano con coraggio e competenza i mercati del vino di tutto il mondo.

Facciamo partire alla grande questo 2018, all’insegna del network e dello scambio di informazioni e della reciproca conoscenza. Vi aspettiamo giovedi 25 gennaio dalle ore 15 per un meeting in cui avremo modo di conoscerci meglio, organizzeremo dei focus group dedicati all’export, e durante il quale i nostri esperti di head hunting saranno disponibili a capire meglio di che cosa ti occupi con degli speed date gratuiti di 8 minuti.

Programma:

– ore 15.00: accreditamento, e tesseramento per i nuovi arrivati
– ore 15.30/17.30: focus group sulle principali difficoltà dell’export oggi
Con l’occasione, verrà presentato anche il nuovo progetto Campus, “la scuola” per gli Imprenditori e per gli Export Manager, che da febbraio vedrà coinvolti alcuni di voi, fra i più ambiziosi, che vogliono fare un decisivo “salto di qualità” nel loro lavoro di vendita.
– ore 18.00/18.30: il “vostro” spazio per condividere il vostro bagaglio di esperienze, idee, suggerimenti! Ci sarà tempo anche dopo, per chi lo desidera, di stare insieme e confrontarsi, ma vogliamo che sia chiaro che i veri protagonisti dei nostri eventi, siete voi!
– ore 18.30/19.00: per chi desidera, ci sarà la possibilità di concludere l’incontro, con un aperitivo, e coltivare così il nostro network.

Dove?
Il Meeting si terrà presso la sede Wine People, in via Martiri delle Foibe 9, a Lonigo (Vi), a pochi minuti dal casello autostradale di Montebello.

Quanto costa?
Per i tesserati Wineout l’ingresso è gratuito con la tessera 2018, per tutti gli altri è possibile fare la tessera on-line a questo link, ad un costo di 25 euro. La tessera darà diritto all’ingresso, e sarà valida per tutti gli eventi e i benefit previsti per il 2018

Come iscriversi all’evento ?
Puoi prenotarti mandando una mail a risorseumane@winepeople-network.com, o telefonando al 3405994683, specificando se sei tesserato o meno e allegando una tua breve presentazione (sono sufficienti poche righe!).

Happy Export, l’aperitivo di WineOut: l’appuntamento “social” per gli export manager del vino

Lunedi 4 dicembre alle ore 18.30 a Verona l’aperitivo degli export manager organizzato da Wine People

Happy export, l'aperitivo di WineOut: l'appuntamento

Dopo il recente successo del Wine Export Manager Day di settembre, WinePeople lancia una nuova iniziativa di networking: un’occasione conviviale e informale, destinata esclusivamente ai professionisti della vendita del vino italiano nei mercati internazionali. L’idea è quella di trovarsi di fronte ad un aperitivo per rafforzare le relazioni e scambiare opinioni e informazioni sul Wine Business.
L’appuntamento è per Lunedì 4 dicembre, ore 18.30, presso Primo Kilometro, in Viale del Lavoro, 52 (Zona Fiera), Verona.Noi di Wine People saremo presenti alla quarta edizione di Wine2Wine, il salone dedicato ai trend di mercato e alle nuove opportunità strategiche per il business del vino ( per iscrizioni a wine2wine clicca qui) .In chiusura della prima giornata di lavoro aspettiamo gli export manager, ma anche produttori e aspiranti export manager e sarà un piacere salutarli al momento dell’aperitivo, che sarà offerto, insieme ad un piccolo buffet ad accesso libero ma su prenotazione, in un locale vicino alla Fiera di Verona.“Sarà un’occasione piacevole per salutare e incontrare i manager, arrivati a Verona per questa preziosa occasione, per chi lavora nel mondo del vino ” precisano Lavina Furlani e Andrea Pozzan , direttori del Club “Sarà un momento di condivisione piacevole, un punto di riferimento per coloro che, a fine giornata, avranno voglia di rimanere ancora un po’ a parlare di risorse umane del vino e a creare network! “

I posti sono limitati e solo su prenotazione.

Per iscriversi all’aperitivo di Wineout è sufficiente mandare una mail a risorseumane@winepeople-network.com e scrivere due righe di presentazione su chi sei. Riceverai una mail di conferma di iscrizione gratuita.
Per informazioni visitare il sito www.winepeople-network.com, oppure www.wineout.winemeridian.com, e le nostre pagine Facebook: Wine People e Wine Meridian, in cui sarete aggiornati anche sui prossimi Happy Export.

NASCE WINE PEOPLE