OFFERTA DI LAVORO: JR WINE EXPORT AREA MANAGER

 

Un giovane export area manager che abbia già visto passare un po’ di acqua sotto i ponti e sia in grado di gestire con una certa autonomia alcuni mercati europei (per la gran parte) ed extra euoropei. La provenienza dal mondo del vino è un plus ma non un requisito necessario; serve apertura mentale, capacità di sposare un modello di business innovativo per il settore vitivinicolo e disponibilità a crescere.

 

AZIENDA

Il nostro cliente è una dinamica realtà che incarna un modello di business innovativo e fortemente orientato al mercato, all’interno del settore vitivinicolo italiano. L’azienda è cresciuta in tempi rapidi, raggiungendo importanti volumi e offrendo al mercato una gamma di prodotti pensati per rispondere alle mutevoli esigenze dei consumatori internazionali.

L’head quarter è in Trentino ma l’organizzazione è molto flessibile e altamente informatizzata, per cui la necessità di presenza in azienda è ridotta al minimo.

 

POSIZIONE

Rispondendo alla Direzione commerciale, l’export area manager si prenderà in carico alcuni mercati dove l’azienda è già presente ma dove è necessario implementare in modo più efficace le strategie di marketing e di vendita dell’azienda. Sebbene ci sia la disponibilità a riassegnare i mercati ai vari area manager sulla base delle esperienze della risorsa entrante, il focus potrebbe essere sull’Europa centrale, su alcuni paesi dell’est e sul Canada. Si lavora con importatori con logiche multi-channel.

Partendo dal budget e dal piano vendite concordato con la Direzione per ogni singolo mercato, l’export area manager che stiamo cercando dovrà stare molto a contatto con i mercati (è prevista una quota di trasferte pari a circa il 50% del tempo lavorativo), potendo contare  sul supporto di una figura interna per le attività di back office. Lavorando con più brand, si troverà a pianificare e gestire progetti e attività con vari tipi di interlocutori (importatori, buyer, clienti top ecc.).

 

REQUISITI

Un inglese fluente, 2-3 anni di esperienza in prima linea sui mercati internazionali con prodotti orientati agli end consumer, meglio se legati ai mondi del food & beverage, del fashion, del design e a tutti quei settori dove il valore aggiunto immateriale è pari o superiore al valore materiale del prodotto. La provenienza dal settore vinicolo è ovviamente un plus, ma riteniamo interessanti anche percorsi diversi, magari accompagnati da una formazione specifica sul prodotto vino e sui mercati internazionali: l’importante è saper come si gestisce un cliente, come si pianifica una missione e come si analizzano i dati statistici sulle vendite (volumi, valore, mix ecc.)e come portare in azienda dati e info dal mercato.

Forte orientamento al mercato, autonomia operativa, apertura mentale ed entusiasmo sono le soft skills che vorremmo trovare nei candidati che selezioneremo.

Per inviare la propria candidatura cliccare qui

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *