Lavorare nel mondo del vino: come trovare lavoro e rendersi riconoscibili? Alla base una conoscenza approfondita.

Sono tanti gli aspiranti candidati manager del vino, il percorso da affrontare non è semplice, ma alcuni accorgimenti e attenzioni possono favorire l’apertura delle porte giuste per entrare in questo affascinante mondo.

Nel panorama economico produttivo italiano, uno dei settori che in questi ultimi anni ha visto crescere maggiormente il proprio appeal nei confronti di manager e professionisti è sicuramente il mondo del vino. Il fenomeno è probabilmente dovuto a un concorso di cause diverse. In primis, l’espansione dei consumi di vino nei mercati internazionali ha provocato una vera e propria corsa all’oro da parte di un frammentatissimo panorama di produttori, che inizialmente hanno contato sulle proprie forze per far fronte a tutte le attività aziendali, dalla gestione della vigna alla scelta delle etichette del vino, ma progressivamente si sono resi conto di aver bisogno di nuove energie e professionalità specifiche. Al tempo stesso, la crescita di competenza e interesse per il prodotto-vino da parte dei consumatori ha creato spontaneamente in alcuni il desiderio di conciliare questa passione con il lavoro: di qui il tentativo di proporsi per ruoli di vario tipo all’interno delle aziende vinicole italiane.
Purtroppo questo desiderio si è finora scontrato con una certa resistenza del settore ad aprirsi alla “contaminazione” professionale da parte di chi ha maturato esperienze in ambiti diversi, preferendo perpetuare il “giro delle sedie” tra i manager che già militano nelle aziende vinicole italiane.

In questo primo articolo cercheremo di offrire agli aspiranti candidati che vogliono entrare nel mondo del vino una panoramica del settore vitivinicolo chiarendo alcuni punti utili alla ricerca di una posizione lavorativa al suo interno, vedremo in seguito anche quali siano i profili professionali più ricercati, perché ovviamente per trovare lavoro in questo settore così articolato è necessario prima di tutto conoscere cosa si sta cercando.

Il settore vitivinicolo offre oggi numerose opportunità professionali, ma si deve sempre tenere bene in mente quale sia il punto di osservazione: sono le aziende che cercano, non il contrario. Cercare di forzare questa barriera significa gettare una piccola esca in un oceano, con due effetti garantiti: non attrarre le aziende e apparire al tempo stesso “disperati”.

Non c’è nulla di male nel cercare lavoro in un’azienda vitivinicola, ma è decisamente preferibile seguire la richiesta, non illudersi di stimolarla.
Questo importante pre-requisito nell’ambito dell’offerta professionale rivolta al mondo del vino dovrebbe spingere i potenziali candidati a fare una serie di attività al fine di farsi trovare pronti.

La prima tra tutte le attività da fare è quella di conoscere bene i fabbisogni in ambito risorse umane delle aziende del vino. L’analisi non si deve limitare però solo ai fabbisogni in termini di ruolo, ma si deve spingere fino a comprendere quali siano le competenze richieste per entrare o migliorare la propria posizione all’interno del settore vino.

Oggi il candidato “migliore” è colui che ha una visione aperta, in costante evoluzione, che conosce i suoi punti di forza ma anche i suoi limiti ed è in grado di capire velocemente per quali aziende potrebbe essere utile e per quale tipo di funzione. È un candidato più aperto all’ascolto (dei fabbisogni) e meno preoccupato di apparire “perfetto”.
L’incontro professionale è un matrimonio di interesse dove sono tanti gli aspetti che devono combaciare, si tratta di un vero e proprio percorso fatto da un continuo scambio e da una formazione attenta e mirata, non di un CV pieno di titoli o di grandi esperienze.

È vero, è difficile entrare nel mondo del vino.
Vi sono tante ragioni alla base di questa difficoltà, a partire da quelle “culturali”, ci sono poi delle motivazioni oggettive, legate a una filiera lunga e complessa, alle peculiarità del prodotto, a dinamiche di mercato in alcuni casi davvero uniche e peculiari.
Si tratta insomma di un mondo chiuso. Ma le cose stanno cambiando e, per certi aspetti, ad una velocità abbastanza sorprendente considerando che stiamo parlano del comparto vitivinicolo, atavicamente restìo ai cambiamenti!
E le cose stanno cambiando per una ragione molto semplice: per necessità imposte dal mercato.

Cosa è importante fare?
Per essere ancora più precisi è fondamentale conoscere in profondità i seguenti aspetti:

  • l’attuale struttura produttiva del sistema vitivinicolo italiano;
  • le evoluzioni dei mercati, a partire da quello italiano;
  • le nuove modalità di presidio del mercati;
  • le tecniche di vendita del vino;
  • le norme che regolano la produzione;
  • i modelli di marketing del vino (e del territorio) più evoluti;
  • le modalità di comunicazione (quelle tradizionali e quelle più innovative).

La conoscenza approfondita è alla base di tutto e oggi pensare di poter entrare a lavorare nel mondo del vino solo perché dotati di passione per il prodotto e di una buona capacità di adattamento rischia di non essere sufficiente.

Certo siamo convinti della forza delle “contaminazioni”, ovvero dell’importanza di fare entrare nel comparto del vino risorse di altri comparti, ma è vero anche che questi “nuovi arrivati” devono seguire un’adeguata formazione.
In questo tutta l’offerta formativa sostenuta da Wine Meridian all’interno del progetto “Campus” di WinePeople è un rapido ed efficace mezzo per agevolare l’apertura delle porte di questo mondo così affascinante e diventare una delle figure centrali del settore vinicolo.

Per maggiori informazioni sui Campus 2020 scrivi a formazione@winepeople-network.com

In un prossimo articolo parleremo di competenze, ruoli professionali ricercati e degli errori da evitare nel presentare la propria candidatura.

Per approfondire l’argomento consigliamo inoltre la lettura di “Talenti per il vino

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *