formazione / campus
recruiting / talent
formazione / campus
recruiting / talent
Per maggiori informazioni: Scrivici una Mail
Campus / Formazione
Talent
© Copyright 2021 WinePeople. | Tutti i diritti riservati | P. Iva 04190470239 | Privacy policy - Cookie policy
Articoli di interesse

Le idee vincenti per un enoturismo originale

Grazie alla nostra esperienza abbiamo raccolto le idee più creative che le cantine italiane attuano per far distinguere i propri tour aziendali.

Editoriale di Lavinia Furlani

Albert Einstein diceva che la creatività è contagiosa e proprio sulla base di questo oggi vogliamo ispirare la tua azienda a dare spazio a nuove idee per le visite in cantina.

Il team di Wine Meridian durante i suoi Italian Wine Tour ha potuto visitare oltre 280 aziende e osservare le tante proposte originali che le cantine italiane offrono durante le loro visite. Abbiamo deciso di raccogliere gli esempi più interessanti con lo scopo di incentivarti a trovare una proposta creativa che si adatti alla tua realtà.

Eccone alcuni:

  • Degustazione dell’acino. Non è sempre fattibile, ma se ne hai la possibilità è un’ottima occasione per introdurre l’enoturista a cosa andrà a trovare poi nel bicchiere, creando così una connessione più profonda con il prodotto.
  • Cibi creati con il vino. Non solo è una proposta diversa, ma è anche un ottimo modo per coinvolgere chi non beve vino durante la visita.
  • Video all’ingresso della cantina per quando c’è brutto tempo. Un video semplice ma esplicativo è sufficiente per permettere ai visitatori di fare un tour virtuale dell’azienda anche in condizioni climatiche avverse.
  • Cooking Class con la nonna. Un’esperienza che i turisti, soprattutto internazionali, non dimenticheranno mai.
  • Dog trekking. La possibilità di far vivere ad un enoturista una piacevole giornata insieme al proprio cane rende la tua cantina una scelta unica. Con l’aggiunta di un piccolo snack speciale dedicato agli amici a quattro zampe il successo è assicurato.
  • Note vendemmiali sul libretto. Un’informazione interessante relativa all’annata da aggiungere alla brochure aziendale o alla scheda vini.
  • Attività per rendere partecipi i bambini. Degustazioni di succhi di frutta o latte, far disegnare l’etichetta del vino per poi appenderla… Basta un pizzico di creatività per rendere piacevole la visita anche ai più piccoli.
  • Sport. Sicuramente includere lo sport nelle visite è un trend positivo che permette di coinvolgere anche chi conduce uno stile di vita sano. Non solo bicicletta, ma anche giri in barca, escursioni e molto altro.

 

Ogni azienda ha la propria identità e i format delle sue visite devono rispecchiarla. Lasciati ispirare da questa carrellata di idee per creare la tua proposta ideale.

Per altri spunti o suggerimenti per la tua attività di accoglienza, ti suggeriamo i nostri corsi sull’enoturismo, percorsi mirati che ti guideranno passo per passo alla creazione di visite e degustazioni di successo. Consulta il nostro catalogo sul sito www.winepeople-network.com per saperne di più!

Tutte le news
articoli di interesse

Tutti gli articoli, gli eventi e le novità da Winepeople e Wine Meridian

26 Luglio 2022

Ha ancora senso fare formazione in modalità digital?

Terminate le restrizioni legate alla pandemia, le aziende vitivinicole vogliono ancora fare formazione in modalità digital? Vediamo cosa ne pensano imprenditori e manager del vino. Di Riccardo Bertazzoni
10 Maggio 2022

ProWein 2022: come prepararsi al meglio?

Atteggiamenti, approcci, abilità “soft” che deve avere un manager per trarre il meglio dall’investimento che l’azienda compie per essere presente con uno stand in una fiera.

Editoriale di Lavinia Furlani
03 Maggio 2022

Affrontare le difficoltà del mercato del vino?

È inevitabile incappare in difficoltà di ogni tipo quando si lavora in ambito vitivinicolo. Ci sono solo tre strade percorribili per risolvere le sfide del mercato; tu quale scegli?

Editoriale di Lavinia Furlani
19 Aprile 2022

Come creare un brand del vino

Creare un brand significa trovare i tuoi fattori differenzianti per evitare di essere percepito come “l’ennesima cantina”.

Editoriale di Lavinia Furlani